La vita in bianco e nero

Negli anni Cinquanta la vita era in bianco e nero come nei film del neorealismo e non diversamente da quelli del filone “telefoni bianchi”...

Rimax e il Professor Dominici

Rimax capitolo 6 - 2047 Il Professor Dominici Rallentando fin quasi a fermarsi il grosso hoovercraft permise il distacco della navetta di collegamento che dopo...

A proposito dello spostamento del CEIS…

La nostra redazione ha fatto una lunga (e appassionata) chiacchierata, a ruota libera e sul tema dei beni culturali locali di cui le pagine dei...

Parlate riminesi #7

Riprendiamo il discorso sullo sviluppo della parola corrispondente a “nipote”. Ho detto che in Romagna nel volgare doveva essersi avuto NEVÓDE, e ho anche...

Non sempre era meglio…

Casa, lavoro, lavoro, casa. Un’uscita straordinaria era rappresentata dalle visite ad amici e parenti ricoverati in ospedale che venivano omaggiati non con fiori o...

Un gnèra e’ tèmp pèr…

Gli anni '50, sullo sfondo di una guerra da poco finita, concedevano poco al sentimentalismo sia nei rapporti tra genitori e figli sia nelle...

Un inverno che ricorda il ’29

Sembra si stia allentando la morsa del gelo: ieri quasi tutta la Romagna (con la eccezione di Rimini, come riferiamo a parte) è stata...

Illuminazione elettrica

Da qualche tempo il servizio della società Adriatica lascia desiderare - Nei giorni scorsi si ebbero numerose e troppo prolungate interruzioni della corrente una...

La chiesa di San Michelino in Foro

Di questa chiesa, una delle più antiche della città, si ha menzione sin dal 1144, quando papa Lucio II confermava alla Chiesa riminese i...

Rimax e lo scoppio della cisterna

Capitolo 12 – 1953 Lo scoppio della cisterna Era una serata ancora tiepida per essere già la fine di ottobre e quell’unica strada che collegava...

“Fina ch’è stà in tl’uspidèl…”

Casa, lavoro, lavoro, casa. Un’uscita straordinaria era rappresentata dalle visite ad amici e parenti ricoverati in ospedale che venivano omaggiati non con fiori o...

Nessun bacio della buona notte

A noi bambini degli anni 50, primi 60, nessuno dava il bacio della buona notte. Di superfluo non c'era niente, neppure nei sentimenti. I primissimi...