“Mej ma léa (lò), che ne mu mè”

0
148

Pubblicato la prima volta il 10 Febbraio 2015 @ 00:00

“Cosa ci hanno lasciato” di Grazia Nardi
Vocabolario domestico: “Mej ma léa (lò), che ne mu mè”

Trad. meglio sia capitato lei (lui) che a me…. commento valido in tutte le situazioni in cui la propria posizione parte svantaggiata..la sentivo dire a donne che, già madri, volevano evitare un’altra gravidaza ovvero un aggravio di spese e preoccupazioni in un periodo un cui la miseria aveva la M maiuscola e garantire pranzo e cena era già un’impresa.. così quando si veniva a sapere della gravidanza di una amica o di una vicina, scattava il commento: mej ma léa che ne mu me”… non dimeno quando qualche guaio finanziario capitava a chi, tutto sommato, aveva le possibilità di affrontarlo…. Insomma un commento un po’ egositico ma suggerito dalla condizione…. Frequente anche quando dettato da una sorta di cinismo scaramatico… alla notizia della dipartita di un conoscente mentre a voce alta si esprimevano le condoglianze… sottovoce e col gesto delle corna magari nascosto nella tasca… usciva la frase.. “meglio a lui/lei…”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui