“A ciap mèj a fè sèt bughèdi…”

0
248

Pubblicato la prima volta il 9 Maggio 2018 @ 00:00

“Cosa ci hanno lasciato” di Grazia Nardi
Vocabolario domestico: “A ciap mèj a fè sèt bughèdi…”

Preferirei fare il bucato sette volte consecutive, piuttosto che…. Che sia un’espressione datata lo rivela quel “bucato” che un tempo si faceva manualmente nel mastello, al fiume od al lavatoio.. era un lavoro pesante.. le lenzuola non si cambiavano con la frequenza attuale né la doccia era giornaliera.. dunque bisognava lavarli bene quei “panni” felpati (fustagno) o di cotone spesso o di canapa; era talmente pesante trasportarli, lo abbiamo visto in una delle tante fotografie di Rimini Sparita, che al fiume o al lavatoio si trasportavano con la carriola. Passarli poi col sapone in ogni loro parte, risciacquarli bene, più volte, sbattendoli per favorire l’uscita dell’acqua… quindi strizzarli, contorcendoli e tirando alle due estremità, usando la cenere per renderli più bianchi… stesi al sole sulle siepi, sui fili dei recinti, alle corde della finestra…. ché quando li raccoglievi dovevi stare attenta alle api che si insinuavano nella piegatura, mentre sorridevi quando ci trovavi il maggiolino portafortuna. Biancheria “clà duréva – diceva la Elsa – nà cmè i lènzól d’adès chi è trasparènt e tlà la lavatrice is ròmp sóbit”. Dunque la “bughèda” era un’impresa.. che ti corrodeva le mani a bagno con la saponina o varecchina ed asciugate in fretta sfregandole sóra e’ davanzèl. Un’impresa casalinga che in molti casi diventava un mestiere… la lavandaia a domicilio presso le case di “sgnùr” e nelle pensioni della prima generazione turistica… nello “scafone” di ghisa, curve e bagnate per ore “sò ènca e’ caz cal ciapèva l’atrósi”… commento della Elsa.

Insomma una faticaccia.. ma meglio quella, anche sette volte piuttosto che prestarsi ad azioni, atteggiamenti, pensieri… non coerenti coi propri principi.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.