“O mangiar questa minestra o…”

0
178
Rimini Sparita

Pubblicato la prima volta il 21 Febbraio 2015 @ 00:00

“Cosa ci hanno lasciato” di Grazia Nardi
Vocabolario domestico “o mangiar questa minestra o saltar giù dalla finestra”

Trad… non occorre certo traduzione.. era il monito della mamma… immancable quando a tavola vedeva l’espressione corruciata di chi non gradiva il cibo servito e che stava a significare un “uffa, sempre quello!”.. ma si stava zitti, tantomeno ci usciva un “non mi piace”… era il tempo in cui ci si doveva considerare fortunati a poter sedersi a tavola almeno due volte al giorno….. e l’obiettivo era sfamarsi.. anche se grazie all’abilità delle mamme… non mancava il gusto.. quelle erbe rosolate e passate nell’aglio, strizzate nel quadretto di piada.. quelle patate in umido dove si nascondeva qualche pezzetto di carne, quella pasta e fagioli arricchita col pane (la stuveda).. sì perché il pane era l’alimento base… senza pane “un’è fèma, l’è luvèria”… Del resto non esisteva un libero accesso al cibo, ognuno la sua razione in funzione dell’età e delle energie richieste. E la “roba” era contata: tre persone, tre mele.

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *